Anche gli Ufomammut scelgono Soundreef

Si infoltisce
la schiera di artisti che affidano a Soundreef la raccolta e gestione dei
propri diritti d’autore.

Questa volta a scegliere i servizi Soundreef è la band heavy psych degli
Ufomammut. Il gruppo, fondato nel 1999 da Poia, Urlo e Vita, è un’icona a livello internazionale in ambito metal sludge. L’annuncio è stato dato
oggi a poche ore dall’esibizione del gruppo presso il Circolo Magnolia di
Milano. 

Gli Ufomammut sono stati apprezzati dal grande pubblico per l’unione tra influenze psichedeliche e sludge/stoner. Due dei tre componenti della band fanno anche parte di Malleus, collettivo artistico devoto alla musica rock e al suo immaginario storico, nato in Italia una quindicina di anni fa. In occasione della scelta di Soundreef da parte degli Ufomammut, Malleus ha realizzato questo disegno.

“Siamo sempre stati fermati dalla lentezza burocratica della gestione dei diritti d’autore fino ad oggi in Italia. Con Soundreef ci si è presentata l’occasione di accedere ad un sistema semplice e veloce, soprattutto senza filtri tra chi suona e chi gestisce le royalty. I ragazzi di Soundreef sembrano finalmente parlare la lingua di chi suona.” – hanno dichiarato.

Soundreef, grazie all’utilizzo di sistemi digitali, rendiconta l’utilizzo delle opere musicali entro 7 giorni dal concerto e paga le royalty entro 90 giorni, sia per il nazionale che per l’internazionale. La nostra rendicontazione è analitica al 100%. Ciò che viene suonato viene pagato e gli utenti attraverso l’account online possono verificare in tempo reale come e quando hanno guadagnato.

“Siamo
molto contenti –

commenta Davide D’Atri, fondatore e amministratore delegato di Soundreef – che gli Ufomammut siano entrati a far parte
della nostra famiglia. Soundreef sta diventando sempre più un riferimento per i giovani e per molti settori ed interessanti nicchie di mercato come metal, hip hop ed elettronica. Questo ci dà la misura di quanto i pionieri e le nuove generazioni stiano apprezzando il nostro lavoro”.

Iscriviti a Soundreef: http://buff.ly/29RTc1e