Il seguente post è stato scritto da Budi Voogt, direttore artistico, proprietario di un’etichetta discografica ed esperto appassionato di Soundcloud. Sul suo blog, si occupa di marketing e industria musicale. Il suo ultimo libro, The Soundcloud Bible, è già disponibile sul mercato. Guadagnarsi da vivere con l’arte. E’ questo il sogno di ogni artista. Tuttavia può essere difficile, soprattutto
Bandbackers è una giovane e promettente startup che sta lanciando un innovativo servizio di royalty crowdfunding, in cui i backers non fanno una donazione ma un vero e proprio investimento sugli artisti diventando “azionisti” dei loro progetti musicali. Noi di Soundreef abbiamo trovato l’idea molto stimolante e siamo diventati collaboratori. Ecco come il Team di Bandbackers racconta
Secondo un sondaggio condotto da Global Web Index che ha coinvolto 4.849 giovani di tutto il mondo di età compresa tra 16-19, il 79% dei ragazzi ha completamente smesso di acquistare musica su iTunes o altri rivenditori digitali. Ecco un grafico esemplificativo delle risposte ottenute da Global Web Index alla domanda “hai scaricato almeno un
…durante la conferenza Code/Media della scorsa settimana, nell’ambito di un faccia a faccia con il co-fondatore di Pandora Tim Westergren. Rodney Jerkins: Ciao Tim, sono Rodney Jerkins (n.d.r. produttore ed autore che ha lavorato con Michael Jackson, Mary J Blige, Whitney Houston e molti altri).  Ho fatto una domanda simile a Robert Kyncl di YouTube
Si parla molto in questo periodo dei guadagni degli artisti derivanti dallo streaming. La scorsa settimana, a tal proposito, abbiamo pubblicato su questo stesso blog una lettera aperta, firmata da 133 autori e songwriter svedesi, diretta a Spotify, in cui chiedevano maggior trasparenza ed equità a riguardo. Oggi approfondiamo il tema.  In molti hanno ipotizzato che
Ecco la lettera aperta firmata da un collettivo di 133 autori e songwriter svedesi, pubblicata qualche giorno fa in Svezia sul magazine ‘Aftonblated’ e negli Stati Uniti da ‘Digital Music News’. Negli ultimi mesi, il dibattito sulle royalty maturate dagli artisti attraverso i servizi di streaming si è intensificato, dopo la decisione di Taylor Swift di rimuovere
Autori, compositori e editori hanno il diritto, ma non l’obbligo, di iscriversi a società di collezione di compensi per la raccolta di diritti d’autore musicali (royalties). La funzione primaria delle società di collezione di compensi è di intermediazione tra i detentori del copyright e le entità che desiderano utilizzare musica in pubblico (ad esempio un