Anche La Fame Dischi sceglie Soundreef

Un’altra etichetta sceglie Soundreef per la gestione delle royalty autoriali ed editoriali.

Questa volta è la giovane, interessante ed attiva La Fame Dischi a preferire Soundreef per la gestione e la raccolta dei diritti d’autore.

Nel roster dell’etichetta spiccano Linfante, Be a Bear, Moplen, La Madonna di Mezzastrada, Jocelyn Pulsar, Freudbox, Terzo Piano e Marazzita.

“La Fame Dischi nasce nel 2011.” – ha affermato Michele Maraglino, fondatore dell’etichetta – “E’ sempre stato un mio desiderio poter curare tutto, a 360 gradi, per quel che riguarda gli artisti, anche la parte editoriale. 

Con SIAE però è sempre stato impossibile: è tutto troppo complicato e troppo costoso, non proporzionato alle reali economie di una realtà giovane ed indipendente come la nostra e non adeguato alle nostre esigenze. 

Soundreef è stata una notevole sorpresa. L’ho provata subito sia come artista che come etichetta. Quando ho visto la semplicità con cui potevo gestire i miei diritti d’autore non potevo crederci: una bomba! Quello che mi ha colpito è stata innanzitutto la semplicità nel deposito, la gratuità e l’efficienza: il servizio funziona davvero.

A volte c’è paura da parte dei locali (la SIAE fa paura), ma quando accade, c’è un’assistenza da parte di Soundreef davvero efficace. L’addetto Soundreef chiama il locale e gli spiega tutto.

Per esperienza, dopo che il locale fa un permesso Soundreef per la prima volta, rimane letteralmente estasiato. Paga meno, è tutto online, meno problematiche organizzative: non deve andare all’ufficio SIAE. I gestori dei locali si rompono le palle con questo genere di burocrazia. 

Alla fine gli artisti ricevono più di quanto avrebbero ricevuto con SIAE (almeno per gli indipendenti posso dirlo per certo) anche se i locali pagano meno. In pratica vincono tutti.

Si sta sempre più diffondendo. Sta crescendo tanto.

Penso che tra 10 anni lo scenario sarà completamente diverso.”

“Siamo molto felici che etichette giovani ed interessanti come La Fame Dischi – ha commentato Davide D’Atri, fondatore e CEO di Soundreef – scelgano di lavorare con noi. Crediamo che ci sia la necessità di costruire un futuro dinamico ed efficace nell’ambito della industria musicale italiana. Vogliamo che Soundreef sia uno strumento utile ed efficace soprattutto per le piccole etichette che stanno dando il loro contributo alla costruzione del futuro della musica in Italia.”

Grazie a La Fame Dischi per la fiducia!